Questa opzione resetterà tutto il contenuto come predefinito

Reset

Xylella, l’Ue verso l’ok al reimpianto delle specie resistenti. Di Gioia: “Sollievo per il comparto”

Il 19 e 20 giugno in votazione il documento che tiene conto delle analisi scientifiche effettuate n questi mesi. Via libera anche al commercio della vite

L’Unione Europea entro un mese dovrebbe dare il via libera al reimpianto delle cultivar di olivo resistenti alla Xylella. Il documento presentato ieri dalla Commissione sarà votato il 19 e 20 giugno. Per l’assessore regionale pugliese all’Agricoltura Di Gioia è “un sollievo per un comparto che ha sofferto molto”

Sostituire gli olivi malati con altri sani e resistenti alla Xylella, scegliendo tra le cultivar scientificamente riconosciute come tolleranti. Una via per contrastare l’avanzata del batterio in ballo da tempo, e che tra un mese circa potrebbe finalmente essere attuata grazie al via libera previsto dell’Unione Europea, che ieri ha varato un documento che stabilisce i criteri per contrastare la diffusione del batterio. Decisioni concrete in materia potrebbero essere prese già nel prossimo incontro del comitato per la salute delle piante, che riunisce esperti dell’Esecutivo Ue e degli Stati membri, previsto per il 19-20 giugno. L’Italia ha a più riprese chiesto l’eliminazione del divieto di reimpianto nell’area dove il batterio è considerato endemico e misure specifiche per gli olivi secolari sani eventualmente presenti nel raggio di cento metri dalle piante malate nella zona cosiddetta cuscinetto, dove andrebbero applicate le misure di eradicazione più dure.

Share Button