Il primo mese del “Ponte alla Luna” a Sasso di Castalda è stato un successo

L’opera sospesa nel vuoto in Basilicata a 120 metri da terra

Dallo scorso 6 aprile, a Sasso di Castalda (Potenza), sono stati cinquemila i passaggi registrati sul Ponte alla Luna, un’opera sospesa nel vuoto a 120 metri da terra. In circa un mese “si stimano circa 25mila presenze in totale a Sasso”, ha reso noto il sindaco Rocco Perrone, evidenziando “la soddisfazione per il successo”.

“Numeri” che “in qualche caso – ha aggiunto il sindaco – hanno messo subito a nudo le difficoltà di un piccolo comune che si trova ad affrontare una situazione nuova sicuramente sperata ma che chiaramente ci ha subito dato le prime indicazioni su quali servizi migliorare”. Così, per le prossime settimane, il Comune ha deciso di predisporre un sistema elimina-code “con l’installazione di display lungo il corso principale, che eviterà lunghe attese all’imbocco del primo ponte.

Questo primo necessario intervento consente di eliminare il disagio delle lunghe code”. “Con l’avvio del Ponte alla Luna a Sasso di Castalda – ha evidenziato il direttore generale dell’Apt Basilicata, Mariano Schiavone – si ha ulteriore conferma che la creazione di offerta turistica deve essere sempre più calibrata sulle richieste di un mercato moderno, particolarmente orientato al trekking, all’outdoor ed alla fruizione della natura, Abbiamo voluto e creduto in questo progetto fin dal primo momento ma è chiaro che Sasso assume ancora più valore se si rafforza l’intera offerta che il territorio limitrofo oggi e in grado di esprimere”.

Share Button