Corleto Perticara. Total adotta una soluzione ad “alta affidabilità” per lo stoccaggio a Tempa Rossa

Due serbatoi a doppio bacino acciaio cemento armato

“Scelte all’insegna della massima sicurezza per Total, operatore del progetto Tempa Rossa. Per lo stoccaggio del petrolio grezzo a Corleto Perticara si sta procedendo con la costruzione di due serbatoi a doppio bacino acciaio-cemento armato che garantiscono la più alta affidabilità per il contenimento del petrolio”.

Lo scrive in una nota stampa l’azienda specificando che “Ogni serbatoio di acciaio, a tetto galleggiante per evitare l’evaporazione del grezzo, è realizzato all’interno di un bacino di contenimento in cemento armato in grado di contenere, in caso di perdita del serbatoio d’acciaio, la capacità totale del serbatoio stesso. Ogni bacino di contenimento è posato su 233 pali di cemento armato, ciascuno di 1 metro di diametro e infisso nel suolo sino a 26 metri di profondità”.

Serbatoti con bacino contenimento cemento armato Tempa Rossa

I serbatoi di acciaio da 32.000 metri cubi ciascuno hanno un diametro di 55,80 m ed un’altezza di 16,20 m. Il controllo della loro costruzione risponde agli standard più severi. Il 100% delle saldature è verificato da organismi indipendenti ed un test idraulico sarà realizzato prima della messa in esercizio. Ogni serbatoio, dopo il processo di sabbiatura, viene rivestito con una protezione epossidica anticorrosione integrale, sia all’interno che all’esterno.

“I bacini di contenimento in cemento armato” sottolinea Total “presentano un spessore di 1.250 mm al di sotto del fondo di acciaio dei serbatoi, che a sua volta è di spessore che varia tra 9 e 13 mm; i muri dei bacini, di 5,45 m di altezza e di 0,50 m di spessore sono calcolati per resistere ai sismi più violenti. Il bacino di contenimento in cemento ha una grande resistenza meccanica, non è soggetto a corrosione, resiste al fuoco e può contenere tutto il volume di petrolio in caso di incidente. Quindi la sicurezza e la protezione dell’ambiente sono assicurate nel lungo termine e ad un livello molto elevato, decisamente superiore a quello di un serbatoio metallico a semplice o doppio fondo”.

Infine, i serbatoi di stoccaggio sono dotati di sistemi fissi di rilevazione di perdite dal fondo, così come di sistemi automatici di controllo e dei dispositivi di rilevazione di incendio funzionanti 24h/24. Tutto ciò permette l’attivazione automatica degli allarmi, dei sistemi di chiusura di emergenza delle valvole di sicurezza e dei sistemi anti incendio, permanentemente pressurizzati, che combinano l’uso della schiuma per spegnere le fiamme e l’acqua per raffreddare le strutture. Il serbatoio di stoccaggio dell’acqua antincendio, della capacità di 21.800 metri cubi, permette otto ore di autonomia nella lotta contro il fuoco.

“Il progetto relativo ai serbatoi” infine dichiara l’azienda “è stato approvato dagli enti pubblici competenti e le visite ispettive da parte di organismi locali e nazionali hanno verificato l’effettiva conformità di quanto realizzato rispetto al permesso di costruire”.

Share Button