Il comitato “Terre Joniche” incontra il Presidente della Regione Basilicata

Dopo il forum “La Via d’Uscita” tenuto a Montescaglioso,nel materano,fra il 7 e il 9 ottobre 2016 e una serie di iniziative promosse in occasione dei gravissimi danni sopportati dalle aree rurali per effetto della neve e gelo del gennaio 2017,il Comitato per la Difesa delle Terre Joniche, l’Associazione TerreJoniche, il Movimento Riscatto e la Rete dei Municipi Rurali hanno organizzato un’assemblea di confronto con il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, presso la Sala della Provincia di Matera per fare il punto sulle questioni legate al dissesto idrogeologico e le calamità nell’area delle Terre Joniche fra Puglia e Basilicata.

L’occasione è stata propizia per verificare con la Regione Basilicata lo stato delle iniziative in corso dopo il promemoria presentato all’istituzione contenente: “garantire la certezza per chi ha avuto danni e li avrà in futuro di essere indennizzato, di realizzare una forte iniziativa per mettere in sicurezza il territorio e di prevenzione, di sviluppare una azione di coinvolgimento delle comunità nella gestione del territorio”.

Durante l’incontro a cui hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore regionale all’agricoltura, Luca Braia, amministratori locali, esperti e rappresentanti di altri comitati e associazioni, è stato più volte ribadito che sono necessarie modifiche normative e procedurali e che per questo motivo saranno coinvolti anche i parlamentari lucani; inoltre è stata presentata la proposta del Centro di Documentazione sul dissesto idrogeologico e Assistenza alle comunità dei fiumi, il progetto di realizzazione del Piano partecipato del Rischio e quello della convocazione della Conferenza Regionale per la messa in sicurezza avanzato ormai da due anni.

In un intervento, il presidente della Giunta regionale della Basilicata, Marcello Pittella, ha annunciato che “interesserà il Ministro per il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi”, affinchè si modifichi la normativa in modo tale da inserire anche la Basilicata nei risarcimenti per le alluvioni 2011 e 2013.

Il governatore lucano ha poi reso noto che nel prossimo bilancio – che dovrebbe essere approvato nel mese di aprile – ci saranno circa cinque milioni di euro da destinare al fondo per l’indennizzo a favore delle imprese e dei cittadini danneggiati da calamità naturali. Inoltre, secondo quanto riferito da Pittella, la Regione Basilicata (l’unica ad avere uno strumento del genere) finanzierà il fondo anti-usura con ulteriori 250 mila euro.

Share Button