Tavolo Petrolio in Basilicata. Il sindaco di Viggiano: verso la terzietà dei controlli

Presso il Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata, tavolo tecnico sul petrolio, reso necessario a seguito della fuoriuscita di idrocarburi da uno dei serbatoi di stoccaggio stabilizzato del Centro Oli ENI a Viggiano. Un evento che ha fatto scattare quanto previsto dalla prescrizione del Testo Unico per l’ambiente. Al faccia a faccia hanno preso parte, tra gli altri, il nuovo responsabile del Distretto Meridionale di Eni, Zarri, il direttore Arpab, Iannicelli, ed i sindaci di Grumento Nova e Viggiano. Dopo le decine di rilievi svolti dalla multinazionale del cane a sei zampe – è emerso – l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente effettuerà carotaggi autonomi sull’area interessata. Dai nuovi dati, sarà stabilito se vi è stato un superamento della soglia considerata a rischio. “Una terzietà nei controlli – ha dichiarato il primo cittadino viggianese, Cicala – che presuppone un cambio di marcia”.

Sulla colorazione dell’invaso del Pertusillo, invece, Cicala ha salutato positivamente i nuovi controlli Arpab “dai quali – ha detto il sindaco – ci attendiamo ulteriori risvolti nei prossimi giorni”.

Ascoltiamo il sindaco di Viggiano, Cicala, sull’esito del faccia a faccia.

Share Button