Venosa. Discarica chiusa, rifiuti distribuiti sul territorio

Rifiuti in discarica (Repertorio)

Grana rifiuti a Venosa. Secondo quanto si apprende, dal 1 febbraio, la discarica comunale è chiusa per riorganizzare il sistema di stoccaggio. La notizia è stata comunicata con una determina emanata dalla Provincia di Potenza, attraverso il suo presidente, Nicola Valluzzi, nominato commissario ad Acta a fine 2016 dalla Giunta regionale lucana per l’attuazione delle prescrizioni necessarie all’attivazione dell’impianto di compost.

Un problema non da poco e che fa seguito a quanto accaduto in altre parti del territorio. In sintesi, a seguito della riunione dell’Osservatorio Regionale Rifiuti del 19 gennaio scorso, dove è emerso il superamento delle soglie di alcuni parametri ambientali sull’impianto di trasferenza ed alcune prescrizioni, le circa 1500 tonnellate mensili di rifiuti saranno ridistribuite tra le discariche di Atella – con circa 900 tonnellate – Sant’Arcangelo – circa 200 – ed i restanti 400 presso il termodistruttore di Melfi.

Nonostante si tratterebbe di una soluzione temporanea della durata di un paio di mesi è già levata di scudi da parte degli ambientalisti. Quanto accaduto, infatti, alimenta un sospetto: quello che il sistema regionale dei rifiuti sia ormai saturo.

Share Button