Matera e la Balena fossile “Giuliana”. Il prossimo 8 ottobre presentazione del documentario

E’ il fossile di balenottera vissuta nel Pleistocene, circa 1,8 milioni di anni fa, più grande mai scoperto e potrebbe raccontare la storia dell’evoluzione della Terra: si chiama ‘Giuliana’, nuotava nel Mediterraneo, dove oggi c’è la Basilicata, ma i resti giacciono dimenticati nel Museo Archeologico Nazionale di Matera.

Renato Sartini - Giornalista Scientifico

Renato Sartini – Giornalista Scientifico

La sua storia è raccontata nel documentario ‘Giallo ocra – Il mistero del fossile di Matera’, realizzato dal giornalista scientifico Renato Sartini.

Scoperto da un agricoltore l’8 agosto del 2006 nel lago artificiale di San Giuliano, a cui deve il nome, il fossile non è stato ancora studiato, ma dalle prime indagini fatte al momento del ritrovamento è stato possibile stabilire le dimensioni del cetaceo.

”Poiché quanto più grande è la massa di un corpo tanto più lenta è la sua perdita di calore in acque fredde, il fossile confermerebbe la teoria secondo la quale l’aumento delle dimensioni di questi cetacei sarebbe una risposta alle glaciazioni degli ultimi 2 milioni di anni”.

Share Button