A Pietrapertosa, nel potentino tagliano decine di querce: 4 arresti e 3 denunce

Quattro persone che stavano tagliando alberi nel bosco di Montepiano, nel territorio di Pietrapertosa (Potenza), sono state arrestate – e altre tre sono state denunciate in stato di libertà – dal Corpo forestale dello Stato con le accuse di furto e danneggiamento dell’area naturalistica (per un valore che “verosimilmente dovrebbe essere di qualche centinaia di migliaia di euro”).

Bosco di Montepiano a Pietrapertosa (PZ)

Bosco di Montepiano a Pietrapertosa (PZ)

Secondo l’accusa i quattro arrestati hanno tagliato “illecitamente decine di piante di specie quercina, gli esemplari migliori e di maggiori dimensioni”: sono dirigenti e operai di una ditta boschiva che si era aggiudicata il taglio di una parte del bosco, ampia circa 85 ettari, che è stata posta sotto sequestrato insieme a 120 metri cubi di legna già tagliata, un trattore, un autocarro e altri attrezzi. Ma “al fine di trarre un maggiore profitto economico” dall’autorizzazione, avrebbero deciso di tagliare piante che invece dovevano “rimanere in piedi a dote del bosco”.

Gli agenti forestali stanno facendo accertamenti per stabilire quanti alberi sono stati abbattuti, “presumibilmente” un numero “molto superiore” a quello previsto. I tre denunciati sono il titolare della ditta boschiva e altri due operai. (ANSA)

Share Button