Basilicata. In territorio di Chiaromonte riaperta la strada che porta a contrada “Sagittario”

Era il mese di febbraio del 2012. Una grossa voragine, all’improvviso e durante la notte, si aprì lungo una strada che porta a contrada ‘Sagittario’, una località nel territorio di Chiaromonte ma geograficamente molto vicina a San Severino Lucano.

Nelle prime ore di quella mattina un lavoratore, Mimmo De Luca, stava percorrendo quella strada e si accorse solo all’ultimo momento dello smottamento. La sua auto finì nella voragine ma fortunatamente per lui non ci furono gravi conseguenze. Dopo lo shock iniziale, però, per le circa 30 persone di contrada ‘Sagittario’ cominciò il vero disagio. Fino al 2016 quando, finalmente, è stata ripristinata l’arteria che porta a questa storica e importante località, sede dei ruderi di un antico monastero.

La riapertura della strada, che gli automobilisti possono riutilizzare da qualche mese, è stata ufficializzata il giorno della festa della Madonna del Carmine. Simbolicamente la sindaca ha regalato il nastro tricolore dell’inaugurazione al cittadino più anziano del ‘Sagittario’. Ed uno dei più giovani, Antonio Appella, ha invece auspicato che questi luoghi, così importanti da un punto di vista storico, religioso e paesaggistico, non cadano nel dimenticatoio ma che ci sia sempre qualcuno in grado di tramandare alle future generazioni l’amore nei confronti del Sagittario.