Chiusura dei Centri di Recupero Animali Selvatici nel materano. Movimento Azzurro chiede soluzione

E’ necessario dare “massima priorità ed urgenza” alle questioni connesse alla chiusura dei due Centri di recupero animali selvatici (Cras) della provincia di Matera, che mette a rischio anni di lavoro a tutela della fauna, “con particolare riferimento ai rapaci”.

Cras - Falco Grillaio (Ph. Fabio Quinto)

Cras – Falco Grillaio (Ph. Fabio Quinto)

Lo ha detto il Movimento azzurro, evidenziando che “i Cras dell’oasi di San Giuliano di Matera e di bosco Pantano di Policoro hanno permesso negli anni di raggiungere risultati importanti nelle attività di primo soccorso, cura, riabilitazione e rilascio di esemplari selvatici feriti o comunque bisognosi di assistenza, coerentemente con gli sforzi intrapresi per garantire la tutela della fauna selvatica, di particolare pregio nel ricco panorama regionale”.

In particolare, l’organizzazione ha fatto riferimento al “programma di protezione del falco grillaio”, specie che a Bernalda e Pisticci ha raggiunto il numero “stimato intorno agli 800 esemplari per comune”. (ANSA).

Share Button