La Regione Puglia potenzia la raccolta dei rifiuti solidi urbani nelle aree turistiche

Decreto del Presidente Emiliano disposto fino a settembre

Il potenziamento della raccolta rifiuti nelle aree turistiche pugliesi è stato disposto, sino a settembre, dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Lo ha disposto con un decreto in cui è previsto il potenziamento dei servizi di raccolta, spazzamento e trasporto dei rifiuti solidi urbani (Rsu) nei Comuni con particolare vocazione turistica e lì dove vi siano aree interessate da manifestazioni ed eventi culturali e da elevata ricettività turistica.

Il decreto dispone che tutti i Comuni potenzino il servizio al fine di garantire un livello igienico-sanitario ottimale. E’ inoltre previsto che tutti i Comuni e i concessionari delle aree demaniali garantiscano sulle spiagge l’igiene e la pulizia nonché la raccolta dei rifiuti. Tutti gli Enti Gestori o Concessionari (Anas) della gestione della rete stradale, i Comuni e le Province, dovranno provvedere alla corretta gestione e pulizia delle strade e alla rimozione dei rifiuti abbandonati incontrollatamente, anche incrementando le funzioni di vigilanza del territorio.

Tutti gli Enti Gestori dei Parchi Nazioni e Regionali, delle Aree Marine Protette, delle Riserve Statali e Regionali, delle Aree protette, nonché i Comuni dovranno aver cura delle operazioni di rimozione e smaltimento o recupero dei rifiuti abbandonati nelle aree ad alta frequentazione turistica. Infine gli Ambiti di Raccolta Ottimali (Aro), nell’ambito delle funzioni loro attribuite dalle norme, dovranno predisporre strumenti attuativi di supporto ai singoli Comuni finalizzati al raggiungimento degli obiettivi indicati.

Share Button