Coronavirus: vertice di Governo a Palazzo Chigi

Dopo la quotidiana riunione della task-force del Ministero della Salute sul coronavirus, nel corso della quale è stato fatto il punto sugli 8 italiani – tutti in buone condizioni – rientrati da Wuhan e posti in isolamento al Policlinico militare del Celio e sulle procedure sanitarie per il trasferimento del ragazzo di 17 anni che rientrerà da Wuhan nelle prossime ore.

Si è tenuto a Palazzo Chigi un incontro interministeriale, presieduto dal premier Conte per un aggiornamento sul rischio sanitario e su tutte le varie implicazioni legate all’emergenza, specie sul fronte economico e turistico.

Il Governo – è emerso – continuerà a perseguire una linea di massima precauzione con l’obiettivo prioritario di assicurare la tutela della salute di tutti i cittadini, come fatto fino ad ora con tutte le misure già assunte.

Coronavirus – vertice interministeriale a Palazzo Chigi

All’incontro cui hanno preso parte oltre al capo del Dipartimento della Protezione Civile Borrelli, i ministri Speranza, Di Maio, Gualtieri, Franceschini, Guerini e il Sottosegretario Crimi è stata confermata la linea di “vigile attenzione avendo cura che tutte le iniziative restino costantemente adeguate ai criteri di proporzionalità e adeguatezza fin qui adottati”.

Il Governo continuerà dunque a promuovere iniziative di sostegno umanitario e, anche a livello europeo, di solidarietà nei confronti del popolo cinese, per questo sono allo studio iniziative di collaborazione scientifica per sostenere il grande sforzo delle Autorità cinesi.

L’esecutivo inoltre, dopo l’avvertimento arrivato da Pechino a “non adottare misure eccessive” ha avviato una istruttoria per l’adozione di misure di contenimento degli effetti negativi dell’emergenza sul sistema economico e produttivo dell’Italia.