Potenza: Il dramma del Gioco d’azzardo patologico sugli anziani e la società in genere

Sono drammatici i dati sulla sepsa dovuta al gioco d’azzardo in Basilicata, stando all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel 2018, tra lotterie istantanee, slot machine, lotto e superenalotto di circa 524 milioni e 757 mila euro, quasi 320 milioni nella sola Provincia di Potenza, ovvero 900 euro a persona. E’ quanto emerso nel convegno “Solitudine, fragilità, gioco patologico” promosso nel Polo Umanistico dell’Unibas nel capoluogo lucano, dal sindacato SPI Cgil, Azienda Sanitaria Locale e Associazione “Famiglie Fuori Gioco”.

“Vogliamo far crescere tra le persone anziane – ha detto il segretario del sindacato di categoria, Paolino – la consapevolezzadi quanto sia facile cadere nella trappola del gioco d’azzardo patologico e analizzare i rischi e le sue ricadute sociali.

Il responsabile di Famiglie Fuori Gioco, Cusato, ha invece posto l’attenzione sulle iniziative di affiancamento ai “malati del gioco” di ogni età. Uscire dal tunnel è possibile, in rete con altri soggetti.

Share Button