ASP Potenza, approvato il bilancio sociale 2018

Il bilancio sociale dell’Asp di Potenza – predisposto a cura dell’UOSD URP Comunicazione di cui è responsabile il dr. Antonio Bavusi – è disponibile per la consultazione sul sito dell’Azienda Sanitaria.

A comunicarlo è lo stesso direttore generale, Lorenzo Bochicchio che descrive il documento come  “il principale strumento di comunicazione, attraverso il quale l’ASP rendiconta l’attività svolta nel 2018”.

Il Bilancio Sociale si rivolge a diversi portatori di interesse (utenti, operatori, associazioni, istituzioni, organizzazioni economiche, ecc.), e nasce dall’esigenza di rendere accessibile, trasparente e valutabile l’attività dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza, con precipuo riguardo ai Livelli Essenziali di Assistenza e ad alcuni settori socio-sanitari specificamente individuati.

“Il Bilancio Sociale dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza (ASP) intende rappresentare, in forma sintetica, le attività svolte” spiega il dg dell’ASP “lo stesso si colloca nel solco delle procedure, di più ampia portata, finalizzate alla costruzione dei documenti di bilancio in chiave economico-finanziaria, concorrendo, nel rispetto del principio di trasparenza, a fornire elementi utili alla comprensione delle modalità di governo delle strutture sanitarie territoriali. Tutto quanto al fine di consentire agli stakeholders (cittadini in primis) di avere accesso, con maggiore immediatezza, ai dati più significativi dei servizi erogati e di strutturare una relazione di interscambio con l’Azienda Sanitaria che, pure nella diversità dei ruoli, possa riflettersi positivamente, sulla corretta e tempestiva risposta ai bisogni di salute della comunità”.

I contenuti del Bilancio Sociale 2018, muovono dall’analisi del contesto sociale, economico e sanitario del territorio di riferimento, illustra la missione, gli obiettivi istituzionali, le strategie dell’Azienda, le politiche per la qualità e per il miglioramento dell’assistenza; i progetti e le attività realizzate con riferimento ai diversi livelli di assistenza (assistenza ospedaliera, assistenza territoriale e assistenza collettiva in ambienti di vita e di lavoro); i risultati prodotti, in termini di ricadute sulla salute, in alcune aree di utenza particolarmente importanti; l’impiego delle risorse a disposizione (personale, risorse economiche e risorse del volontariato).

“Ragionare in termini di rendicontazione sociale” conclude Bochicchio “significa fare luce sulla mission aziendale e, con essa, sulla coerenza tra decisioni assunte, azioni intraprese, risorse impegnate e risultati conseguiti. E’ nostra intenzione, muovendoci nel solco di un percorso già tracciato, lavorare per rendere ancor più agevole la comprensione del Bilancio Sociale, nell’ambito di una complessiva rimodulazione degli strumenti aziendali di comunicazione pubblica. La mappatura dei portatori di interesse consentirà di puntualizzare, in maniera efficace, i plurimi punti di vista, perché dagli stessi l’Azienda possa trarre ulteriore sprone per rispondere alla inderogabile necessità di offrire risposte appropriate ed eque ai bisogni di salute della nostra regione. Un doveroso ringraziamento a tutti gli operatori che, con professionalità e dedizione, hanno concorso al raggiungimento dei risultati evidenziati nel Bilancio Sociale”.

Share Button