Taranto, diossine e PCB in latte materno più che in provincia

(ANSA) – Si è concluso lo studio durato tre anni per valutare l’esposizione a diossine e PCB nelle donne di Taranto e provincia attraverso l’analisi del latte materno.

Mediamente, lo studio ha mostrato una concentrazione di queste sostanze nel latte delle donne residenti a Taranto e Statte del 28% più elevata rispetto a quella delle donne residenti in provincia, in linea con ciò che è stato osservato in altre aree industrializzate in Italia. Lo studio è stato commissionato da Ilva all’Istituto Superiore di Sanità, che lo ha realizzato in collaborazione con il Dipartimento Prevenzione dell’ASL di Taranto.

 

Share Button