Sanità lucana. Franconi presenta i nuovi vertici di Asp, Asm e San Carlo

Un lavoro efficiente, tempestivo ed ottimizzato per assicurare la qualità delle cure. Questi gli obiettivi dei nuovi vertici sanitari in Basilicata

Osservanza del mandato in ottica di sinergia e razionalizzazione delle risorse per assicurare la qualità delle cure con l’obiettivo di abbattere liste d’attesa e mobilità passiva. E’ questo il messaggio dei nuovi direttori generali delle aziende sanitarie locali di Potenza e Matera e dell’Azienda Ospedaliera San Carlo, emerso nella conferenza stampa voluta dalla Giunta regionale presieduta dalla facente funzioni ed assessore alla Sanità, Flavia Franconi. Alla presenza di altri componenti del governo e del direttore generale del centro oncologico regionale Crob di Rionero in Vulture, Giovanni Bochicchio, la Franconi ha rimarcato la trasparenza nella scelta dei tre professionisti ed il punteggio di 189 dei livelli essenziali di assistenza, “traguardo – ha detto – mai raggiunto finora da Regioni del sud”.

Subentrato alla rinuncia del dottor Cordone, il nuovo direttore generale del San Carlo di Potenza è Massimo Barresi: napoletano con alle spalle incarichi dirigenziali all’ospedale Cardarelli ed altre strutture sanitarie campane. Presso l’Asp nominato Lorenzo Bochicchio, salernitano dal 2011 direttore amministrativo dell’Unibas ed ancor prima dirigente al Ministero dell’Economia e delle Finanze. All’Asm – coinvolta nella recente inchiesta sulla sanità lucana – è invece approdato Joseph Polimeni, nato negli Stati Uniti, già direttore sanitario e generale in Toscana oltre che commissario del governo in Campania. I loro passaggi, diretti rispettivamente ad un lavoro efficiente, tempestivo e ottimizzato nell’assistenza al paziente. 

A margine, l’assessore Luca Braia ha auspicato la crescita del sistema sanitario in totale autonomia ma “all’insegna della collaborazione – ha detto – che sappia porre al centro il valore del capitale umano”.

Share Button