Bari. La scuola di Medicina e Chirurgia si dota del “Tesiamed”

Un progetto che realizza un ambiente intraoperatorio in realtà virtuale per aiutare gli studenti ad apprendere l’arte chirurgica

Simulare un intervento con la guida di un navigatore in un’aula multimediale, diventa possibile per gli studenti della Scuola di Medicina e Chirurgia di Bari. Il progetto, denominato Tesiamed, realizza un ambiente intraoperatorio in realtà virtuale e aumentata per permettere agli studenti di apprendere l’arte chirurgica. Una tecnologia da poter applicare nelle metodiche bioptiche, ma anche nella chirurgia addominale profonda, ma anche nella neurochirgia. Il progetto, finanziato dal MISE per 4 milioni e mezzo di euro, è il frutto di una partnership pubblico provata, costituita da Masmec, Emac e il Dipartimento interdisciplinare di Medicina dell’Università di Bari.

Share Button