Sanità: Taranto e Bari le più “umanizzate”, ma “ancora tanto da fare”

La sanità tarantina è la più umanizzata di Puglia. Con un punteggio medio di 7,3 condivide il primato con la provincia di Bari, seguite da Lecce con il 6,8, Foggia con il 6,6, Brindisi con il 6,5 ed il 5,7 della Bat. 59 le strutture di ricovero per acuti prese in esame in tutta la regione: 33 pubbliche, 26 private accreditate, 7 strutture di riabilitazione (2 pubbliche e 5 private). A Taranto sono 12 (5 pubbliche e 7 private) le strutture oggetto di rilevazione. 

Rilevati i risultati si lavora per migliorare i servizi, secondo quattro aree di intervento: processi assistenziali e organizzativi; accessibilità; accesso alle informazioni; cura della relazione paziente-cittadino.

Fondamentale il ruolo delle associazioni di volontariato nei processi di umanizzazione. Ma bisogna potenziare i servizi, per agevolare il lavoro dei volontari. Circa un anno fa, e a quanto pare senza risposta, l’invito-appello dell’AVO al governatore regionale Michele Emiliano: “Venga a toccare con mano le difficoltà dei volontari. Le istituzioni intervengano, sostenendo il lavoro dei volontari, con il potenziamento dei servizi, indispensabili per aiutare gli ammalati”.

Share Button