Tumori a Pisticci (MT) attività di sensibilizzazione di Don Giuseppe Ditolve

Giuseppe Ditolve, vicario della parrocchia di Cristo re a Pisticci, è un sacerdote coraggioso, caparbio che sta portando avanti una battaglia difficile, non nascondendo le difficoltà e la solitudine che lo hanno accompagnato.

Questa battaglia si chiama consapevolezza e le armi utilizzate, se possono essere definite così, sono la richiesta di partecipazione delle comunità e una ricerca, che don Giuseppe ha fatto e continua a fare grazie alla collaborazione di tanti cittadini e che, si spera, possa coinvolgere tutti, a Pisticci e nella Basilicata.

Alle preghiere e ai sermoni don Giuseppe ha aggiunto, almeno una volta al mese nel corso della santa messa, la lettura di un elenco di nomi di donne, uomini, spesso persone giovanissime, che non ci sono più. Sono oltre 350. Sono le vittime delle malattie tumorali.

La ricerca di don Giuseppe è partita meno di due anni fa, ha cominciato a riflettere su quello che è accaduto negli ultimi decenni e, pur consapevole che non abbia valenza scientifica di raccolta dati, è comunque un pugno nello stomaco, un bagno di realtà che mette in fila le croci, numerose, dei caduti a causa di una malattia terribile. A Pisticci, attorno all’azione di don Giuseppe, è cominciato, non senza difficoltà, a nascere un corollario di iniziative che cittadini e associazioni del territorio portano avanti. Per creare qualcosa. Per discutere e confrontarsi. Per guardarsi negli occhi e non sentirsi soli.

Share Button