Taranto. Inaugurata la nuova sede del Centro di Salute Mentale

Restaurato palazzo antico che ospitava ospedale vecchio. Emiliano: “Stiamo cercando di fare tutto con la massima attenzione e al massimo livello possibile”

E’ stata inaugurata oggi a Taranto la nuova sede del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl Taranto nell’ex convento di Santa Teresa, che ospitava l’ospedale vecchio e che è stato restaurato grazie a fondi Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale).

Nell’edificio si trovano gli uffici della Direzione del Dipartimento di salute mentale, il Centro di salute mentale e la psicologia clinica, la Neuropsichiatria infantile, il centro per i disturbi del comportamento alimentare e i laboratori del centro diurno per le attività degli utenti con gli psicologi.

La struttura è stata inaugurata alla presenza dell’arcivescovo di Taranto, Filippo Santoro, del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, del sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, del direttore Generale dell’Asl Stefano Rossi, del direttore del Dipartimento di Salute Mentale, Maria Nacci, dell’Architetto Augusto Ressa della Soprintendenza ai Beni Culturali e del professor Alessandro Bertolino, che dirige il Gruppo di Neuroscienze Psichiatriche dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

Il programma della giornata prevede una visita tra gli spazi ristrutturati in compagnia del teatro e della danza con attori della compagnia Teatro del Mare di Maria Elena Leone, in collaborazione con i Centri Diurni “Franco Basaglia” e “Maria D’Enghien”, una visita delle mostre documentali e fotografiche in compagnia dei ragazzi degli Istituti Superiori di Taranto, l’esposizione della storia dell’antico Convento dei Carmelitani Scalzi, e uno spazio teatro per i più piccoli con la rappresentazione del teatro Crest “Il Paese del Bellosguardo” di Giovanni Guarino, e a seguire laboratorio di musica e arteterapia con la partecipazione dei bambini.

“Stiamo cercando di fare tutto con la massima attenzione e al massimo livello possibile” ha detto il presidente della Regione Emiliano: “Questo probabilmente è il più bel centro di salute mentale d’Italia. Abbiamo fatto insieme un recupero architettonico e dotato la città di un luogo straordinario, che peraltro si adatta perfettamente alle terapie che devono essere effettuate in questo luogo”.

“E’ un momento di felicità” ha poi aggiunto ricordando che “tra qualche giorno (il 18 dicembre ndr) riusciremo finalmente a inaugurare il reparto di Oncoematologia pediatrica, prosegue l’installazione dei nuovi macchinari presso il Santissima Annunziata e soprattutto stiamo procedendo all’assunzione di moltissimo personale. Questi elementi ci consentiranno di attendere il momento in cui verrà terminata la costruzione del nuovo ospedale in maniera almeno accettabile”.

Negli anni scorsi, ha denunciato Emiliano, “purtroppo si è perso troppo tempo e adesso recuperare non è semplicissimo, ma ce la stiamo mettendo davvero tutta”.

Share Button