Giunta regionale lucana: investimenti in sanità per oltre 36 milioni di euro

La giunta regionale della Basilicata ha approvato – “nell’ambito dell’Accordo di Programma integrativo per gli investimenti nella sanità, sottoscritto nel 2016” – “quindici progetti esecutivi per un totale di 36,6 milioni di euro”: lo ha annunciato l’ufficio stampa dell’esecutivo, spiegando che i progetti sono stati proposti dall’assessore alle politiche della persona, Flavia Franconi.

La nota, inoltre, puntualizza che “dalla richiesta formale, che sarà inviata nei prossimi giorni dal presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella, il Ministero della Salute ha novanta giorni per emanare i decreti di finanziamento, propedeutici all’avvio delle procedure di appalto dei lavori”.

“I progetti approvati riguardano – ha spiegato Franconi – il completamento delle ristrutturazioni di alcuni presidi ospedalieri, l’efficientamento energetico, il rinnovo del parco tecnologico, le ristrutturazioni impiantistiche e la riqualificazione funzionale degli ambienti. Si tratta di un complesso quadro di interventi mirati, tutti finalizzati all’innalzamento degli standard qualitativi delle strutture e delle prestazioni della sanità lucana. Ogni progetto approvato contiene un dettagliato cronoprogramma che scandirà tempi certi per la realizzazione delle opere”.

Flavia Franconi – Assessore politiche alla persona

Commentando l’approvazione dei 15 progetti, Pittella ha detto che, “con le cospicue risorse dell’accordo di programma del 2016 per gli investimenti nella sanità, mettiamo in campo una grande e complessa attività di rinnovamento delle apparecchiature in uso e un rafforzamento strutturale della sanità lucana. Era dal 2006 che lo Stato non finanziava la sanità lucana con un corposo programma di investimenti che di fatto autorizza l’esecuzione di interventi in materia di ristrutturazione edilizia e di ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico. In questi anni non solo abbiamo creato le condizioni per poter disporre di queste nuove importanti poste finanziarie, ma anche grazie al certosino e costante lavoro degli uffici regionali in sinergia con le Aziende del servizio sanitario regionale, Aor San Carlo, Asp di Potenza, Asm di Matera e Irccs-Crob di Rionero, abbiamo censito e avviato a finanziamento specifiche e puntuali emergenze”.

Crob Rionero

Gli interventi previsti nell’ospedale San Carlo di Potenza sono quelli più consistenti, anche dal punto di vista dell’investimento complessivo (che si avvicina ai 12 milioni di euro), fra quelli approvati dalla giunta regionale della Basilicata. Nell’ospedale di Potenza, infatti, si interverrà sulla riqualificazione degli impianti tecnologici, sulla riqualificazione funzionale degli ambienti sanitari, sulla “mitigazione del rischio sismico di alcuni padiglioni”, sull’integrazione e l’adeguamento della rete elettrica di emergenza, sul rinnovamento e potenziamento del parco tecnologico nell’area dell’alta specialità del cuore, nell’area chirurgica e di emergenza-urgenza, nell’area internistica ed oncologica e nell’area dei servizi generali; nel rinnovamento e potenziamento tecnologico e delle attrezzature di varie specialità; e nell’innovazione tecnologica dei presidi ospedalieri.

Oltre sette milioni di euro saranno spesi per intervenire nell’innovazione tecnologica del patrimonio dell’ospedale “Madonna delle Grazie” di Matera; e cinque milioni di euro per il “completamento delle ristrutturazione dei reparti” del Crob di Rionero in Vulture (Potenza), con l’adeguamento alle norme di sicurezza, l’efficientamento energetico e il risparmio idrico.

Share Button