AIAS Potenza, sindacati denunciano ritardi nei salari

Gravi condizioni d’indigenza a causa della mancata regolarità degli stipendi. E’ quanto denunciato dai sindacati regionali della Funzione Pubblica di CGIL, CISL e UIL, rispettivamente Laurino, Locantore e Pisani, sulla vicenda che interessa i lavoratori del centro di riabilitazione AIAS di Potenza.

“Nonostante le promesse dei vertici – hanno dichiarato in una nota – i lavoratori della ONLUS non hanno ancora ricevuto la tredicesima, i rimborsi chilometrici per le terapie domiciliari e continuano a percepire il salario con ingiustificato ritardo, nonostante il piano dei pagamenti nei termini contrattuali da parte delle Aziende Sanitarie Locali”.

In una recente intervista, lo stesso direttore dell’Asp, Bochicchio, aveva parlato della funzione rivestita dall’AIAS per il bacino d’utenza e delle risorse messe a sua disposizione.

Le sigle sindacali, dal canto loro, hanno richiesto un intervento urgente delle istituzioni, affinché tutelino i diritti e la dignità degli interessati. “In assenza di risposte – hanno sottolineato – saremo costrette ad attivare iniziative di mobilitazione e a mettere in campo ogni iniziativa utile a tutelare i diritti dei lavoratori”.

Share Button