I Nas di Taranto hanno sospeso una decina di ambulatori reumatologici in Puglia

NAS CarabinieriIl provvedimento eseguito dai NAS dei Carabinieri di Taranto rientra nell’ambito di indagini delegate dalla procura di Brindisi, che hanno ravvisato irregolarità che hanno portato alla revoca dell’autorizzazione all’esercizio a 10 ambulatori pubblici negli ospedali di tutta la Puglia, preposti alla gestione di pazienti con patologie reumatologiche.

In particolare gli accertamenti, condotti nell’ambito di un’inchiesta del pm Milto Stefano De Nozza, hanno consentito di riscontrare l’assenza dei requisiti minimi strutturali, tecnologici e organizzativi presso dieci ambulatori istituiti secondo il modello “hub” e “spoche”, i primi centri deputati a interventi diagnostici e terapeutici ad alta complessità per il trattamento di pazienti affetti da malattia reumatologiche, i secondi invece destinati alla gestione ordinaria di pazienti con le medesime patologie.

A seguito di quanto rilevato dagli investigatori, il servizio Programmazione assistenza ospedaliera e specialistica dell’assessorato alla Salute della Regione Puglia, al fine di tutelare la sicurezza dei pazienti e garantire l’appropriatezza delle prestazioni, ha disposto l’immediata sospensione dell’esercizio.

Share Button