Pittella in visita all’Ospedale di Tinchi rassicura: non si smantella, anzi si rafforza

Pittella TinchiPISTICCI – Il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, (accompagnato dall’assessore regionale alle Politiche della persona, Flavia Franconi, dal direttore generale dell’Azienda sanitaria di Matera, Rocco Maglietta, dal direttore amministrativo, Pietro Quinto, dal direttore sanitario aziendale, Andrea Sacco, dal sindaco di Pisticci, Vito Di Trani, dai consiglieri regionali, Roberto Cifarelli, Achille Spada e Luigi Bradascio), in presenza del Comitato di difesa dell’ospedale e dei tecnici dell’Università di Basilicata e dell’Asm, Angelo Masi e Nicola Sannicola, ha visitato questa mattina il presidio ospedaliero di Tinchi di Pisticci. Con questa iniziativa si è concluso il tour del governatore lucano nei nosocomi del Materano, iniziato lo scorso mese di agosto.

“Sono qui – ha detto Pittella – per segnare un punto d’onore con chi ha combattuto per questo ospedale. Abbiamo concordato un cronoprogramma che punta al rilancio del presidio decidendo di mantenere il presidio di Tinchi e non di chiuderlo”. “Abbiamo fatto di Tinchi – ha aggiunto Pittella – un simbolo della Basilicata. É un tentativo da mettere in campo per far sì che i cittadini possano recuperare la fiducia nelle istituzioni e per dimostrare che la politica fa le cose seriamente. Tutto ciò è stato reso possibile grazie al contributo dell’intera comunità di Pisticci: amministrazione e Comitato. Si tratta di cose concrete che hanno coinvolto pertanto tutti gli attori di un territorio. L’ospedale di Tinchi deve fare rete e integrarsi con quello di Policoro che dista solo 18 chilometri. Si tratta – ha spiegato ancora il presidente della Regione – di consegnare la certezza che Tinchi non smantella, ma rimane e si rafforza”. Durante l’incontro il presidente Pittella ha firmato una delibera insieme ai vertici dell’Asm che dà il via alle procedure di gara per la dialisi.

“Tinchi – ha detto ancora Pittella – ha una centralità nel territorio, è un pezzo organico nella domanda e risposta di salute”. Nel corso dell’incontro i tecnici hanno spiegato che “il terzo piano sarà demolito” e Pittella ha assicurato che “la volumetria sarà recuperata diversamente senza creare un disservizio”. “Entro il 20 ottobre – ha concluso Pittella – sarà approvata un’ulteriore delibera che avvierà le procedure per l’individuazione di un soggetto qualificato per la realizzazione e la gestione di un polo specializzato per la riabilitazione cardiologica, pneumologia, ortopedica e oncologica all’interno del presidio ospedaliero distrettuale”. Subito dopo, l’assessore Franconi, accompagnata dal dg dell’Asm Maglietta, ha visitato la struttura dell’ex carcere di Tinchi in cui sarà realizzato un Ospedale psichiatrico giudiziario per il cui progetto di riconversione la Regione Basilicata ha stanziato 850.000 euro. “Nei mesi scorsi – ha spiegato il direttore generale dell’Asm, Rocco Maglietta – abbiamo svuotato completamente la palazzina oggetto dell’intervento di demolizione in locali limitrofi alla struttura, rendendoli al contempo adeguati alle norme di sicurezza. Abbiamo trasferito inoltre, in nuovi locali presso l’ex scuola elementare di Pisticci, il Distretto sanitario con tutte le attività connesse. Tutto questo rientra nel quadro generale della riorganizzazione dell’intera azienda sanitaria. In pratica abbiamo iniziato un percorso di qualificazione e di specializzazione anche dell’ospedale distrettuale di Tinchi rispettando a pieno il cronoprogramma condiviso a suo tempo con il territorio”.
In conclusione Maglietta ha sottolineato “il clima costruttivo e partecipativo con tutti gli attori locali che ha consentito di raggiungere celermente gli obiettivi prefissati”.

Share Button