Incontro in Regione su Fascicolo sanitario elettronico

Flavia Franconi - Assessore Regionale Politiche per la Persona

Flavia Franconi – Assessore Regionale Politiche per la Persona

POTENZA – Il fascicolo sanitario elettronico (FSE), l’integrazione tra ospedale e territorio e le nuove relazioni tra PA, azienda sanitaria e cittadino. Se n’è discusso questa mattina nella Sala Inguscio del Dipartimento Politiche della Persona durante un incontro a cui hanno partecipato i team informatici del settore sanitario che operano nelle regioni meridionali (Basilicata, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna).

Moderato da Giuseppe Montagano, dirigente dell’Ufficio Pianificazione sanitaria, l’appuntamento è stata l’occasione per fare il punto sull’applicazione del FSE come strumento di sostegno all’appropriatezza e alla continuità del processo assistenziale, assegnando un ruolo strategico alla medicina del territorio e alle farmacie, nonché per la costituzione di un Osservatorio per la Sanità elettronica delle Regioni meridionali promosso da e-Sanit@, la rivista del management dell’Healthcare (la pratica della salute attraverso il supporto di strumenti informatici).

Presenti ai lavori anche l’assessore alle Politiche della Persona Flavia Franconi, l’assessore alle Politiche di Sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca Raffaele Liberali e il presidente della Commissione Politica sociale Luigi Bradascio.

“Il cittadino chiede con sempre maggiore frequenza nuove possibilità di accesso alle informazioni sanitarie – ha spiegato l’assessore Franconi aprendo i lavori – e vuole una maggiore capacità di controllo sulla propria salute anche attraverso una gestione diretta dei propri dati. La sfida digitale, oltre che sulle infrastrutture, si vince sui servizi e l’appuntamento di oggi è la migliore risposta al Patto per la Salute firmato ieri”.

“Vanno utilizzati tutti gli strumenti per la aprire la PA – ha ricordato l’assessore Liberali – e il FSE attiene strettamente al rapporto tra cittadino e PA, su questo il mio dipartimento si è impegnato sin da subito con l’istituzione di una task force per l’Agenda digitale”.

Share Button