Anche in Basilicata una proposta di legge sull’uso terapeutico della cannabis

IL TESTO, ANALOGO A QUELLO PRESENTATO A SUO TEMPO DA ALFONSO ERNESTO NAVAZIO, ED IL CUI ITER FU BLOCCATO DALLA FINE ANTICIPATA DELLA PRECEDENTE LEGISLATURA È STATO PRESENTATO IN COMMISSIONE REGIONALE DA MOLLICA DELL’UDC

Franco Mollica (UDC) - Ph. Pinacoteca Camillo d'Errico

Franco Mollica (UDC) – Ph. Pinacoteca Camillo d’Errico

POTENZA – Utilizzare i farmaci derivati dalla cannabis (cannabinoidi) per finalità terapeutiche, e innanzitutto per alleviare le sofferenze dei malati terminali: è quanto prevede una proposta di legge del consigliere Francesco Mollica (Udc). Il testo, analogo a quello presentato a suo tempo da Alfonso Ernesto Navazio, ed il cui iter fu bloccato dalla fine anticipata della precedente legislatura, è stato esaminato oggi dalla quarta Commissione permanente del Consiglio regionale.

“Si tratta di una proposta asettica ed essenziale, che non entra nei dettagli. La legge nazionale prevede un percorso complesso e lungo e il reperimento solo dall’estero del farmaco perché il suo utilizzo non è disciplinato in Italia. Con questa proposta si prevede l’uso dei farmaci cannabinoidi solo ed esclusivamente per scopo terapeutico e nella terapia del dolore”, ha detto Mollica chiedendo “che vengano acquisite le normative sulla stessa materia già approvate in altre Regioni e non impugnate dalla Corte costituzionale, per contribuire a migliorarla e perché questa norma sia patrimonio dell’intero Consiglio regionale, per una Regione all’avanguardia a livello nazionale”.

Nel breve dibattito che è seguito, con gli interventi del presidente Bradascio e dei consiglieri Spada, Leggieri, Romaniello, Pace e Benedetto, è stata sottolineata la necessità di approfondire gli aspetti relativi alla semplificazione delle procedure e alle modalità di utilizzo di questi farmaci, prevedendo ad esempio la possibilità di stipulare convenzioni con stabilimenti farmaceutici italiani, e garantendo ai cittadini di poter sempre scegliere quale farmaco utilizzare, secondo il principio della libertà di cura.

Su questa proposta di legge in una prossima seduta della Commissione è prevista l’audizione dell’assessore alla Salute Flavia Franconi.

Presenti alla riunione, oltre al presidente della quarta Commissione Luigi Bradascio (Pp), i consiglieri Mario Polese, Vincenzo Robortella, Achille Spada (Pd), Francesco Pietrantuono (Psi), Nicola Benedetto (Cd), Francesco Mollica (Udc), Aurelio Pace (Gm), Giannino Romaniello (Sel), Paolo Galante (Ri), Gianni Leggieri (M5s) e Michele Napoli (Pdl-Fi).

Share Button