Ticket, Martorano ha incontrato le associazioni dei consumatori

Una ricetta medica

POTENZA – Le modalità di esenzione dei ticket sanitari, in vigore in Basilicata dal 1° ottobre scorso, sono state al centro di un incontro svoltosi ieri, a Potenza, nella sede del Dipartimento Salute della Regione, tra l’assessore regionale alla Sanità, Attilio Martorano, e le associazioni dei consumatori Adoc, Cittadinanzattiva e Adiconsum lucane. La riunione di ieri dovrebbe essere in realtà il primo di una serie di incontri tra le parti al fine di agevolare un approccio più semplice da parte dell’utenza alle modalità di attestazione dell’esenzione, sulle quali le associazioni continuano a registrare un diffuso senso di disorientamento a causa di un’informazione inadeguata. Questo perché, ha spiegato in una nota il segretario regionale di Adiconsum, Angelo Festa, “è mancato il collegamento, il dialogo fra il livello politico e le associazioni dei consumatori, che sulla base dei principi della solidarietà e della sussidiarietà, svolgono volontariamente sul territorio azioni volte al perseguimento dell’interesse pubblico e del bene comune. Auspichiamo, pertanto – ha concluso Festa – un rapporto sempre più sinergico con la Regione Basilicata”. Disponibilità, in tal senso, è arrivata da Martorano che, dicendosi soddisfatto dell’incontro, ha assicurato “un rapporto più costruttivo con le formazioni sociali che operano nell’interesse dei cittadini”. Sui ticket insomma, come rivendicato dalle associazioni, occorre un informazione più capillare che parta innanzitutto dai medici, in modo da non creare confusione nei cittadini e disordini agli sportelli. L’assessore lucano alla Sanità e i rappresentanti regionali di Adiconsum, Cittadinanzattiva e Adoc, inoltre, hanno anche discusso dei tempi biblici di attesa delle prestazioni sanitarie, che non sono indice di efficienza del sistema. A Martorano, in pratica, è stato chiesto di “far rispettare la legge”.

Share Button