Donazione e trapianto, fondamentale la dimensione psicologica

MATERA – Lo slogan scelto  per questa edizione della settimana nazionale dei trapianti è “un donatore moltiplica la vita”, un messaggio che sottolinea l’importanza del gesto della donazione come atto di solidarietà sociale e di altruismo.  Le Giornate Nazionali, che hanno preso il via lo scorso 23 maggio e che si concluderanno proprio domani, vedono direttamente coinvolti il Ministero della Salute, il Centro Nazionale Trapianti, le Regioni, le Aziende Sanitarie, le Associazioni dei pazienti e di Volontariato del settore, operanti sul territorio. Fra gli appuntamenti inseriti nella settimana del trapianto, l’evento formativo, che si svolto ieri presso l’Auditorium del Madonna delle Grazie, si è concentrato sul ruolo della psicologia, dalla donazione al trapianto. Quella psicologica, ha ribadito Angelo Saracino, coordinatore regionale attività di trapianto, è una dimensione fondamentale. Coinvolge i tre principali soggetti – famiglia, operatori e pazienti – svolgendo un ruolo di primaria importanza nel momento in cui i congiunti sono chiamati a dare il consenso alla donazione ma anche in tutte le fasi del trapianto.

Share Button