Barletta, al Castello Svevo il “Treno della Vergogna”, in ricordo delle vittime delle foibe

Anche la città di Barletta ricorda le vittime delle Foibe, uno degli episodi più drammatici e sconosciuti avvenuti dopo la fine della seconda guerra mondiale. I sotterranei del Castello Svevo della città fino al 16 febbraio ospiteranno l’iniziativa “Il Treno della Vergogna”, organizzata dall’associazione Marluna Teatro, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Barletta. Un treno, quello della vergogna, con cui furono portati a La Spezia esuli italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, preso di mira con insulti e sassi a Bologna il 16 febbraio 1947. Una triste pagina della nostra storia da tenere viva nella memoria per continuare a ricordare la tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati e della più complessa vicenda del confine orientale.