Ilva, Emiliano invoca Dio e si presenta ai cancelli dello stabilimento

Il presidente ha partecipato al presidio delle aziende dell’indotto: “Questo non è un videogioco”
Prima affida se stesso, Taranto e la Regione Puglia al Signore sui social e poi si presenta al presidio delle aziende dell’indotto di fronte alle portinerie dell’Ilva. Michele Emiliano comincia così la giornata che prevede anche la seduta monotematica, con una preghiera a Dio per superare le avversità e tenere a freno la rabbia, prima di portare la propria solidarietà ai lavoratori. Emiliano ribadisce anche le responsabilità di Mittal per quanto riguarda l’intero sistema economico tarantino.

 

Share Button