Taglio parlamentari, arriva il sì della Camera alla riforma Costituzionale

La Camera vota e approva la riforma costituzionale per il taglio dei parlamentari, via libera blindato anche dall’accordo sulle riforme raggiunto nella coalizione di Governo. In quarta lettura è stato approvato il testo che modifica la costituzione portando i deputati da 630 a 400 e i senatori da 315 a 200. I sì sono stati 553, i no 14. A favore hanno votato i gruppi del M5S, del Pd (che fino a qualche settimana fa era contrario), ma anche i parlamentari della Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Tra gli impegni presi infatti, formalizzati in un documento siglato dai nove capigruppo che sostengono l’esecutivo c’è anche quello di presentare la riforma elettorale entro dicembre, riforma.

Gli effetti della riforma saranno criticati dalle regioni più piccole come la Basilicata che non eleggeranno parlamentari di tutte le opposizioni dal momento che i rappresentanti lucani scenderanno da 6 a 4 alla Camera e da sette a tre in Senato.

Share Button