Bari, Emiliano riceve i parenti della prima vittima di caporalato “mafioso”

In presidenza la sorella e il fratello di Hyso Telharaj nel ventennale della morte
La prima vittima di caporalato mafioso in Italia era albanese. Si chiamava Hyso Telharaj, era venuto 20 anni fa in provincia di Foggia per cercare lavoro, e venne ucciso dai caporali perché non si piegò alle loro richieste. Nel ventennale della scomparsa il presidente della Regione Michele Emiliano ha voluto incontrare, grazie a Libera Puglia, Suzana e Ajet, sorella e fratello di Hyso, per ribadire l’impegno istituzionale nella lotta al caporalato.

 

Share Button