Basilicata, 9 settembre al via “Fase due” Reddito di Cittadinanza

In Basilicata inizia lunedì 9 settembre la cosidetta “Fase due” del Reddito di Cittadinanza. I 31 navigator già contrattualizzati, 19 per i Centri per l’impiego della provincia di Potenza e 12 per quelli della provincia di Matera, inizieranno infatti le proprie attività. Da mercoledì 11 settembre inizieranno i colloqui per identificare le competenze dei beneficiari e poi la sottoscrizione del patto per il lavoro: ovvero l’accettazione di almeno una di tre offerte che verranno sottoposte.

Le nuove figure, vincitrici di una selezione nazionale, saranno così dislocate: 4 in Val Basento, 5 a Matera, 3 a Policoro, 2 a Lauria, 5 a Melfi, 7 a Potenza, 3 a Senise e 2 a Villa D’Agri. Affiancate ai dipendenti dei Centri per l’Impiego, dovranno aiutare i cittadini a trovare lavoro dopo aver analizzato i loro curriculum vitae e incrociando le offerte avanzate dalle imprese e dai comuni. In Basilicata vi è una media pro-capite di 400 beneficiari del Reddito di Cittadinanza, rispetto ad una media italiana stimata da Anpal Servizi di 250.

In particolare, a margine del recente incontro in Regione Basilicata, l’assessore al Lavoro Franco Cupparo ha anticipato la volontà di incontrare l’Anci e le amministrazioni comunali per meglio formulare una mappa dell’occupazione. Intorno al tavolo, il presidente dell’Arlab Antonio Fiore, rappresentanti di Anpal Servizi e la direttrice del dipartimento Maria Cristina Panetta. Sempre Cupparo ha spiegato come il governo regionale punterà a dare dignità agli oltre 8 mila lucani beneficiari di “quello – ha precisato – che è comunque un provvedimento  assistenzialistico. Polemiche invece sono arrivate dal segretario della Uil Basilicata, Carmine Vaccaro: “Senza un processo virtuoso – aveva detto – di razionalizzazione che investa i servizi per l’impiego, il collocamento mirato, politiche del lavoro e la mission dell’Agenzia Arlab, non saranno certamente i navigator a risolvere i complessi problemi di orientamento ed avviamento al lavoro.”

Share Button