Bari, villa sequestrata alla mafia: nascerà un ambulatorio sociale

Un centro di ascolto per le famiglie, all’interno del quale le associazioni di volontariato realizzeranno un ambulatorio per visite gratuite e dove sorgerà anche una biblioteca a tema antimafia.

Sono stati inaugurati i lavori di ristrutturazione di un villino concesso dal Comune di Bari al Consorzio Beata Chiara.

Il muro principale del villino confiscato alla mafia situato sul lungomare IX Maggio nel quartiere San Girolamo di Bari è stato abbattuto per dare vita a un progetto dal nome “Piccola Casa Aut”, ambulatorio sociale destinato a persone vittime della povertà sanitaria. Le porte e le finestre del villino erano state murate dopo il sequestro e la confisca. Un messaggio forte, simbolico che ha voluto segnare la riappropriazione del bene confiscato da parte della comunità cittadina. 

Share Button