Bari, entro l’anno completata Piazzetta dei Papi. Galasso: “Ambiente più sicuro e gradevole”

Dovrebbero terminare entro l’anno i lavori per la riqualificazione di Piazzetta dei Papi nel quartiere Poggiofranco di Bari. Nei giorni scorsi l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso ha effettuato un sopralluogo sul cantiere per verificare lo stato di avanzamento dei lavori.

Stiamo per perfezionare anche un lavoro aggiuntivo, – ha dichiarato Giuseppe Galasso – per ulteriori 120mila euro che ci permetteranno di completare la piazza in tutte le sue parti, con arredi completamente rinnovati”. È stata quasi terminata l’installazione della rete dei sottoservizi che comprende, oltre alla predisposizione di tutti gli allacci elettrici e ai cavidotti per la videosorveglianza e la nuova illuminazione, il sistema di raccolta delle acque, il loro trattamento e la conservazione in un riserva idrica da 25.000 litri, che consentirà di utilizzare l’acqua a fini irrigui.

Il progetto, dell’importo complessivo di 400mila euro, prevede la riqualificazione dell’intera area verde, esclusi i marciapiedi e la viabilità circostante, con l’obiettivo di salvaguardare e incrementare il patrimonio arboreo esistente, di aumentare la superficie riservata alla vegetazione, ampliare l’estensione dell’area ludica con giostre accessibili anche ai bambini con disabilità motoria e incrementare il numero delle sedute a disposizione dei cittadini con l’installazione di nuove panchine in legno con spalliera.

L’offerta ludica sarà particolarmente ampia, la nuova piazza giardino sarà, infatti, molto più a dimensione di bambino rispetto al passato.

Sarà inoltre montato un chiosco dotato di servizi igienici. I vecchi arredi smontati saranno ricollocati in altre aree verdi di Bari per sostituire i pezzi danneggiati o rendere più confortevoli altri giardini della città.

Con questi lavori, coordinati fra di loro, conferiremo a tutta l’area circostante piazzetta dei Papi un aspetto decisamente più gradevole e un ambiente più sicuro, ponendo fine a una attesa ultradecennale dei residenti della zona”.

Share Button