Sul caso “Plastic free” interviene Confesercenti Sud Puglia: “Il caso non è chiuso”

Sul caso “Plastic free” interviene Confesercenti Sud Puglia: “Il caso non è chiuso”

Bisogna andare oltre attuando buone pratiche per tutelare l’ambiente e il mare. Il Consiglio di Stato ha riconfermato il divieto di utilizzo di plastica monouso sui litorali pugliesi, ma la questione è lontana dall’essere chiusa per i balneari: una questione che merita molto di più di un semplice divieto. Si tratta di un tema che va condiviso e motivato. Parole del presidente Sud Puglia di Fiba Confesercenti, Fabrizio Santorsola. Plastica no qui ma si a materiale compostabile. Le buone pratiche sono state già adottate da chi da tempo ha fatto una scelta, quella del rispetto per l’ambiente. Tutto questo è possibile ma quando il divieto è stato calato all’improvviso, molte strutture si sono trovate in difficoltà. Intanto è stato anche avviato da Confesercenti con la scuola di Medicina dell’Università di Bari un progetto per la ricerca di microplastiche a livello renale.

Share Button