A Grumo Appulo, la festa dedicata alla patrona Maria Santissima di Mellitto

Migliaia i visitatori e i fedeli giunti nella città di Grumo Appula in occasione della festa dedicata a Maria Santissima di Mellitto. Come ogni anno, durante la quarta domenica di luglio, la città in provincia di Bari festeggia la protettrice di tutti i grumesi nel mondo, richiamando anche coloro che sono emigrati negli anni. Una delle più tradizionali manifestazioni legate alla religiosità popolare. L’omaggio della cittadinanza inizia, come da tradizione, due settimane prima, quando si assiste al pellegrinaggio a piedi dei fedeli da Grumo Appula a Mellitto per prelevare la statua raffigurante la Madonna, lungo un percorso di circa 9 km, rigorosamente a piedi; quest’anno, a differenza dei due anni precedenti quando la processione si è svolta in notturna, si è ritornati a rispettare la tradizione originaria, con la processione alle prime luci dell’alba. I festeggiamenti sono entrati poi nel vivo sabato 27 luglio con la processione e con la sfilata dei carri votivi realizzati a mano e addobbati con caratteristici fiori di carta, che in paese vengono ancora trainati da cavalli bardati di tutto punto con finimenti di cuoio, rame, pelliccia di faina e campanellini, mentre vengono trainati da trattori fuori dall’abitato. E poi, la domenica mattina, la premiazione dei carri votivi, il lancio della mongolfiera e l’ultima processione, che riporta la statua nella Chiesa della Santissima Trinità, poco fuori Grumo Appula, dove l’effige viene ricoperta con un drappo speciale e riportata a Mellitto. I festeggiamenti proseguono con la distribuzione di panelle benedette che, anticamente, venivano cotte in casa per poi essere distribuite tra i più bisognosi. In serata, il tanto atteso spettacolo di fuochi pirotecnici e lunedì 29 luglio, il concerto della “Zanzarita Band”, con un tributo all’Orchestra Italiana e a Renzo Arbore.

Share Button