50 anni sulla luna, a Cava del Sole “Apollo Soundtrack”

Matera sulla luna con “Apollo Soundtrack”. Una straordinaria contaminazione tra suoni e immagini spaziali, per rivivere emozioni e ricordi di un’ impresa straordinaria.

L’idea originaria alla base del progetto è nata negli anni Ottanta, quando Brian Eno immaginò di dedicare allo sbarco sulla luna un vero e proprio documentario, sullo slancio dei ricordi di chi aveva assistito all’avvenimento. Le musiche registrate confluirono nel nono album del celebre musicista, composizioni firmate insieme al fratello Roger Eno e al produttore canadese Daniel Lanois . Il progetto è stato poi trasformato, decidendo di creare una performance dal vivo, con l’esordio nel 2009 allo Science Museum di Londra.

A 50 anni dal primo «approdo», e per la prima volta in Italia, quelle musiche sono state protagoniste a Matera, a Cava del Sole, in un concerto multimediale  che ha visto sul palco la band britannica degli Icebreaker, con Roger Eno, il chitarrista steel B.J Cole e la violoncellista islandese Gyda Valtysdottir. Il tutto impreziosito e contaminato dagli ingrandimenti delle immagini Nasa con i contenuti generati da Leonardo, sponsor esclusivo dell’evento organizzato dalla Fondazione Matera Basilicata 2019, che contribuì allora alla straordinaria operazione e contribuisce oggi alle maggiori missioni internazionali di esplorazione spaziale come, nel 2020, la missione ExoMars. Il gruppo della Difesa e dell’aerospazio è presente a Matera dal 1994 nel Centro Spaziale di Matera, tramite Telespazio.

 

Share Button