Potenza. Polizia locale a caccia dei furbetti per “Rifiuti, tolleranza zero”

Pattugliamento ad hoc della Polizia locale, anche in borghese, per stanare i furbetti della differenziata e l’abbandono indiscriminato di rifiuti raee sul territorio. S’intitola ‘Rifiuti, tolleranza zero’, l’azione voluta dall’amministrazione comunale di Potenza per intervenire su un problema non più accettabile per i cittadini corretti e che ha già causato danni evidenti all’ambiente. Previsti controlli per il regolare conferimento dei rifiuti e sanzioni da comminare. Superao l’iter burocratico sulla privacy, attivate le telecamere già installate in diversi punti del capoluogo lucano.

Alla conferenza stampa presenti il sindaco, Mario Guarente, l’assessore all’Ambiente, Alessandro Galella, la comandante della Polizia locale, Anna Bellobuono, e l’Amministratore unico della società municipalizzata Acta, Roberto Spera.
“Basta alla trasformazione dei nostri punti di conferenza in discariche – ha rimarcato l’Assessore Galella – bisogna dare una risposta importante. Potenza è stata premiata tra le città più virtuose sulla differenziata con il 70% dio raccolta. Se alla piccola minoranza di incivili si somma una minoranza proveniente da paesi limitrofi diventa un problema serio, con un costo in più all’anno di circa 400 mila euro per l’amministrazione e che ricade sulle tasse dei potentini.”

Share Button