Guardia di Finanza, sequestrati 1300 litri di gasolio agricolo

Oltre 1300 litri di gasolio agricolo sequestrato dalla Guardia di Finanza: scoperta l’officina meccanica dove avveniva la vendita abusiva

Fiamme gialle in azione nel pieno centro di Turi, in provincia di Bari. Nell’ambito dei controlli finalizzati al contrasto di traffici illeciti, la Guardia di Finanza ha scoperto, all’interno di una apparente autorimessa di un’abitazione privata, un’officina meccanica– senza alcun tipo di autorizzazione commerciale – priva di documentazione contabile e fiscale prevista per l’esercizio dell’attività di impresa. La frequente presenza nelle vicinanze di alcune autovetture con il vano motore aperto aveva insospettito i militari i quali hanno avviato un controllo. Una volta entrati nell’officina, hanno scoperto all’interno di un garage di circa 50 metri quadrati un’attrezzata officina con tutto il necessario per le riparazioni meccaniche compreso un ponte sollevatore idraulico per auto. I controlli sono stati eseguiti anche all’interno dell’abitazione dove sono stati scoperti 1.300 litri di gasolio agricolo detenuto illecitamente per riscaldamento domestico. Il prodotto petrolifero era in gran parte stoccato in una cisterna metallica del vano caldaia mentre la restante parte era contenuto in una trentina di taniche riposte sul lastrico solare dell’abitazione in
assenza di precauzione antincendio. Il gasolio è stato sottoposto a sequestro penale e tutta la strumentazione rinvenuta (banchi da lavoro, attrezzi vari, compressori) è stata sottoposta a sequestro amministrativo. Il meccanico invece è stato denunciato a piede libero per contrabbando di prodotti energetici, illecito stoccaggio di prodotti infiammabili e esplodenti. Seguiranno inoltre accertamenti, anche di natura fiscale, per la quantificazione del volume d’affari sottratto
al fisco oltre al recupero delle accise sul carburante di contrabbando.

Share Button