Marina Militare, festa nazionale a Taranto

“Oggi duemila uomini e donne della Marina sono dislocati su quattro continenti: dall’Inghilterra a Gibuti, dagli Stati Uniti all’Afghanistan, ma soprattutto nei mari, nei cieli, negli oceani del mondo, impegnati nell’attività che il governo e il Parlamento ci assegnano, per contribuire alla stabilità e alla sicurezza nazionale”. Lo ha ricordato il capo di Stato maggiore della Marina, Walter Girardelli, nel corso della festa nazionale della Marina militare celebrata a Taranto alla presenza del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta. A fare da sfondo alla manifestazione, una coreografia di venti navi schierate in Mar Grande, volo a bassa quota di aerei ed elicotteri della Marina e il lancio di paracadutisti. Nell’occasione il capo di Stato maggiore ha anche tracciato un bilancio delle attività messe in campo dalla Marina militare italiana, come l’operazione Europea Atalanta di contrasto alla pirateria nel bacino somalo condotta ininterrottamente da 11 anni, o come l’operazione Mare Sicuro, iniziata nel marzo 2015, finalizzata a controllare il mar Mediterraneo.

Share Button