Emergenza caldo, a Bari attivato il piano operativo a tutela degli anziani

Temperature in netto aumento in tutta Italia, anche a Bari, dove l’assessorato al Welfare del Comune di Bari ha attivato il piano operativo a tutela degli anziani e delle persone più fragili, per far fronte all’emergenza caldo. Ecco di seguito i servizi attivi sul territorio: Serenità anziani che offre una serie di azioni a tutela degli anziani in collaborazione con i Servizi Sociali Territoriali e il Centro sociale polivalente per anziani. Telefono amico, che offre supporto psicologico a favore di anziani in condizione di solitudine. Attraverso questo strumento sarà inoltre, possibile raccogliere segnalazioni in merito a situazioni emergenziali e di emarginazione che saranno poi trasmesse ai servizi territoriali competenti sociali e sanitari e al PIS. Ed ancora, il Pony della solidarietà, con la consegna a domicilio di beni di prima necessità, viveri e medicinali, ad anziani ultrasettantacinquenni soli e in condizioni di salute precaria. Sarà inoltre attività il servizio di sorveglianza attiva, per monitorare quotidianamente anziani soli e non autosufficienti. E’ anche prevista la distribuzione di pasti gratuiti a domicilio, dal 1 al 31 agosto, per 20 anziani in particolare stato di disagio socio-economico; oltre ad un servizio di consulenza psicologica a sostegno di persone al di sopra dei 65 anni. Accanto a tutti questi servizi, come ogni anno, per le strade della città ci saranno gli operatori del Pronto Intervento Sociale, l’Unità di strada Care for People; i medici con il camper e gli operatori della Croce Rossa italiana. “E’ importante che specialmente gli anziani e le persone più fragili possano contare su una rete di sostegno come quella predisposta a Bari – ha dichiarato l’assessore Francesca Bottalico – grazie alla collaborazione di enti, istituzioni, associazioni di volontariato laico e cattolico, che dal 1° giugno al 15 settembre garantisce una serie di servizi e interventi aggiuntivi al fine di fronteggiare i disagi e le problematiche socio-sanitarie legate agli effetti provocati dal caldo”.

Share Button