A Bari nasce la Biblioteca popolare diffusa e itinerante

A Bari nasce la Biblioteca popolare diffusa e itinerante, una rete di presidi di lettura popolare, denominati Spazi sociali per leggere, che dovranno essere potenziati con libri di nuova acquisizione, con la donazione solidale da parte dei cittadini e con attrezzature informatiche. Il progetto è promosso dall’assessorato al Welfare del Comune di Bari, con l’obiettivo di rafforzare le azioni messe in campo con il progetto Bari social Book, composta da enti e istituzioni pubblico-private (biblioteche, librerie, associazioni di promozione sociale e culturale, enti non profit, servizi di welfare per minori, adulti, migranti) dislocate sull’intero territorio cittadino. L’allestimento della biblioteca diffusa riguarderà anche la nascente “Bari social boat”, il presidio di lettura itinerante costituito da una barca a vela che, valorizzando l’elemento del mare, coinvolgerà porti, spiagge e il litorale metropolitano in attività di animazione e promozione della lettura. L’imbarcazione di Bari social boat è stata confiscata alla mafia e sarà restaurata grazie a un progetto di formazione professionalizzante finanziato dal dipartimento Giustizia minorile e di Comunità in favore di minori e giovani adulti coinvolti nel circuito penale. Un secondo progetto promosso dall’assessorato al Welfare è l’organizzazione del Festival del libro sociale e di comunità che si configura, invece, come evento diffuso nel tempo per facilitare l’accesso alla conoscenza attraverso la diffusione dei libri e la promozione della lettura. La rassegna prevede la realizzazione di una serie di eventi che si distribuiranno nel corso dell’anno, coinvolgendo i cittadini. Entrambi i progetti, che saranno realizzati con un finanziamento di 51mila euro, partiranno dal mese di settembre, per poi concludersi nel 2020.

Share Button