Bari, nei municipi en plein per il centrosinistra

E Decaro propone a Galasso di restare assessore ai lavori pubblici

Cinque su cinque, come nel 2014, e con percentuali bulgare. Si estende anche ai Municipi la valanga di voti per il centrosinistra a Bari, che fa l’en plein negli enti decentrati. Nel Primo Municipio, quello del centro, Lorenzo Leonetti incassa il 63,06% dei voti contro il 25,46% dello sfidante di centrodestra Michele Cipriani e sul candidato del M5S, Gaetano Colella che ottiene il 10,7%. Al Municipio 2  Giovanni Lucio Smaldone raggiunge il 65,2% con il candidato del centrodestra Pierpaolo Ruggiero si ferma al 24,3% dei voti. Al Municipio 3 (San Paolo), a Nicola Schingaro va il 60,87% delle preferenze contro Simona Quarto che si ferma al 25,17% dei voti. Anche al Municipio 4, Grazia Albergo, candidata del centrosinistra, strappa la presidenza con il 55,65% delle preferenze, mentre Nicola Quaranta ottiene il 30,61%. Infine al Municipio 5 l’ex vicesindaco Vincenzo Brandi chiude con il 57,05% contro Alessandro Francesco Lapenna che si ferma al 30,31%. La sfida delle periferie è dunque vinta per Decaro, che nel frattempo mette le basi per la nuova giunta: nel corso del sopralluogo ai giardini di San Luca a Japigia ha ufficialmente proposto a Giuseppe Galasso di continuare a fare l’assessore ai Lavori pubblici per altri cinque anni. Squadra che vince non si cambia, almeno in parte.

Share Button