Alleanza Fca – Renault, positivo il primo incontro

Anticipata nei giorni scorsi, l’ alleanza tra Fca e Renault ha preso forma lunedì con la proposta non vincolante di fusione alla pari avanzata da Fiat Chrysler. L’amministratore delegato Mike Manley, ha anche inviato una lettera ai dipendenti per spiegare questa mossa: “Nel gruppo Renault abbiamo trovato un partner affine che vede il futuro come noi”. Poco dopo il presidente John Elkann, ha assicurato che non sono previste chiusure di stabilimenti. Secondo la nota di Fca la società che dovrebbe nascere dalla fusione sarà detenuta per il 50% dagli azionisti di Fca e per il 50% dagli azionisti di Groupe Renault, con una struttura di governance paritetica e una maggioranza di consiglieri indipendenti. Il consiglio di amministrazione della casa automobilistica francese si è s riunito e ha emesso un primo verdetto: positivo. La proposta è stata giudicata “amichevole” e il Cda “ha deciso di studiare con interesse l’opportunità di questa fusione”

La proposta di fusione, al momento non coinvolge Nissan e Mitsubishi. Anche se Fca punta a coinvolgerli. Quel che è certo è che lunedì pomeriggio i mercati hanno premiato l’operazione con i titoli di Fca e Renault che hanno fatto registrato un incremento dell’8 e del 12%. Nella lettera scritta ai dipendenti Manley spiega che se la fusione andrà avanti la formazione della nuova società potrebbe richiedere più di un anno.

Share Button