Bari, il Governo stanzia 10 milioni di euro per il recupero del patrimonio artistico

Saranno oltre 10 milioni di euro i fondi del Piano pluriennale di investimenti 2021-2033 finanziati dal Ministero per i beni e le attività culturali nella Terra di Bari. Nel complesso il piano prevede 966 interventi su tutto il territorio nazionale e riguarderanno lavori di edilizia pubblica, prevenzione del rischio sismico, eliminazione delle barriere architettoniche, investimenti di riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie e digitalizzazione. La ripartizione dei fondi tre regioni e provincie è stata già effettuata: 10 milioni di euro saranno messi a disposizione dal Mibac per finanziare 29 interventi in provincia di Bari su complessivi 29 milioni e 822mila euro assegnati alla Puglia, per un totale di 56 interventi. Bari in vetta alla lista delle Città che beneficeranno dei finanziamenti ministeriali: nel capoluogo pugliese arriveranno oltre 3,5 milioni di euro dei quali oltre 1 milione saranno utilizzati per l’adeguamento funzionale e impiantistico della Biblioteca Nazionale; 962mila euro per la Chiesa di San Giacomo; 405mila euro per tre interventi che interessano tre palazzi storici della Città, 300 milioni ciascuno per il Castello Svevo e l’ex Convento di San Francesco della Scarpa; 270mila per la Cattedrale di San Sabino e, infine, 100mila euro per il consolidamento strutturale di Palazzo Sagges, sede della Sovrintendenza Archivistica per la Puglia. Ad Altamura in arrivo 2 milioni di euro. Ben tre i progetti sul territorio comunale di Bitonto. Altri interventi minori interesseranno i Comuni di Polignano a Mare e il complesso monumentale di San Sebastiano a Gravina in Puglia per 100mila euro.

Share Button