Amministrative lucane: “La Basilicata possibile in tutti i Comuni al voto”, per Potenza torna Tramutoli

Ripartire dalla buona politica, per realizzare il bene comune”: Valerio Tramutoli torna in campo, dopo la sfida delle regionali, candidandosi alle prossime amministrative di Potenza. E con La Basilicata possibile, il programma è per i cinquantuno Comuni lucani al voto.

“Bisogna continuare a dare una speranza a questa regione – afferma anche a Matera, all’indomani dell’assemblea tenuta a Potenza – a chi crede che sia possibile fare politica nell’interesse di molti e non di pochi”, tentando di mettere un freno “all’avanzamento della destra, la destra peggiore” afferma, chiarendo che “noi siamo antifascisti, antirazzisti. Il nostro programma – annuncia – è il contenuto della prima parte della Costituzione italiana”.

“Un programma ambizioso e che rappresenta un patrimonio da non disperdere. Abbiamo pensato di costituirci in una associazione politico culturale – annuncia – per permettere un dialogo aperto, con la forma dell’adesione individuale, perché ognuno si senta a casa. Salveremo il simbolo – aggiunge – personalizzandolo nei Comuni. Puntiamo alla partecipazione, dalla quale speriamo nasca una nuova cultura che ci tuteli dai tanti richiami della foresta”. “Oltre alla partecipazione chiediamo la disponibilità a candidarsi: atto di grande generosità”.

 “Dobbiamo rimanere una organizzazione regionale – conclude – fino all’approvazione dello statuto, ci sarà un coordinamento temporaneo che ci aiuterà a definire, già dai prossimi giorni, i luoghi in cui presentare questo progetto e ad individuare i temi a seconda di ciascun territorio”.

Previsto domani 8 aprile, a Potenza, un incontro di tipo organizzativo per le comunali.

Al tavolo, al fianco di Valerio Tramutoli, Katya Madio del Comitato Terre Joniche, e Giuseppe Miolla, segretario provinciale Sinistra italiana.

Share Button