Lecce, gli agricoltori in presidio permanente in piazza Mazzini

“Servono misure immediate per le aziende messe in ginocchio dalla Xylella”. Con loro il presidente Emiliano
Senza bandiere e senza simboli, soli con la loro rabbia. A Lecce è scattato il presidio permanente di una parte dei “gilet arancioni”, guidati da Mimino Primiceri e Benedetto Accogli. “Sono quattro milioni le piante di ulivo definitivamente morte a causa del batterio”, si legge in una nota dei manifestanti, “e altre 17 milioni rischiano di fare la stessa fine, mentre sono migliaia le aziende agricole in ginocchio. In questi giorni qualcuno ha tentato in maniera meschina prima di spaccare il fronte agricolo tra associazioni, poi di provare a dividere tra Nord e Sud della Puglia, pur di mantenere la propria posizione privilegiata e la propria poltrona: per questo togliamo qualsiasi simbolo che possa fornire alibi utili a rimandare decisioni e provvedimenti”. Decine i trattori in piazza, con gli agricoltori anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

 

Share Button