Gioia del Colle, il candidato sindaco Mastrangelo chiede le dimissioni del segretario della Lega

In occasione della presentazione della coalizione di centrodestra, il segretario della Lega Vito Etna parla di “razze”. Mastrangelo chiede le sue dimissioni

Ben accolto nella coalizione, tutti pronti a correre con lui per le prossime amministrative del 26 maggio, nonostante i programmi della Lega siano noti a tutti. Come sono note le ideologie del partito del carroccio. Ma adesso ci pensa bene a continuare il suo percorso al fianco del partito, il candidato sindaco di destra di Gioia del Colle Giovanni Mastrangelo che attraverso un post su Facebook, chiede al segretario cittadino della Lega, Vito Etna, “di rassegnare le proprie dimissioni dall’incarico sinora ricoperto”, alla luce delle sue affermazioni “inopportune e non condivise”.

Mastrangelo si riferisce alle dichiarazioni di Etna secondo il quale occorrerebbe “controllare gli appartamenti di alcune razze” che “sono covo non solo di clandestini ma anche deposito di alcune refurtive”. Intervengono diverse forze politiche del paese e anche associazioni culturali e l’Arci. Una questione sulla quale insorgono anche i tre sindaci di Italia in Comune Bari, che definiscono “piena regressione culturale” quanto accaduto a Gioia del Colle.

 

Share Button