Bari, il centrodestra riscrive il regolamento di Polizia Urbana del Comune

Un regolamento anacronistico, quello sulla sicurezza urbana del Comune di Bari, risalente al 1970, che prevedeva il divieto di strigliare animali o di lasciar vagare le galline nel centro abitato. Per questo, il centrodestra del Comune di Bari ha riscritto il Regolamento di Polizia Urbana, riducendo gli articoli da 140 a 65, con l’eliminazione di alcuni articoli e con l’introduzione di norme sul mini daspo urbano e di regolamenti che tutelino la sicurezza dei cittadini e l’ordine delle strade e delle piazze. Tra le modifiche introdotte, anche le sanzioni previste per tutta una serie di comportamenti vietati, come l’imbrattare le fontane pubbliche, l’abbandono di oggetti sul suolo pubblico e il rovistare nei cassonetti.

Share Button